Comunicati Stampa

23 Gennaio 2021

CHIETI | TERME ROMANE – PROSEGUONO LE ATTIVITA’ PROPEDEUTICHE AL PROGETTO

Il progetto I LUOGHI DELLA TEATE ROMANA, 3.000.000,00 di euro resi disponibili dal MiC (già MiBACT), sta procedendo. In questo periodo di silenzio, nonostante il lokdown, la Soprintendenza sta completando le analisi propedeutiche alla progettazione, per comprendere lo stato dei luoghi ed indirizzare le scelte di restauro e di valorizzazione.

• Realizzati tutti i rilievi manuali e strumentali dell’area;

• Realizzata la mappatura delle murature e la classificazione tipologica dei materiali;

• Consegnate le analisi di vulnerabilità strutturale di tutte le opere murarie, in particolare delle cisterne romane accessibili dall’interno dell’area archeologica e collocate al di sotto della strada carrabile di via delle Terme Romane. I risultati rassicuranti ci consentiranno di procedere in modo spedito ed intervenire in maniera localizzata, al fine di rendere finalmente accessibili in sicurezza le cisterne romane.

Ultimo passo è quello dello studio stratigrafico, necessario per la scelta dei futuri nuovi piani di calpestio che saranno la base planimetrica per la realizzazione del giardino urbano. Lo studio dei rapporti stratigrafici murari, soprattutto nelle fondazioni murarie, contribuirà a rendere maggiormente evidente la periodizzazione di un luogo conosciuto nella sua fase generica di frequentazione in età romana, tra I e II secolo. Queste indagini profonde devono essere effettuate nell’area di ingresso all’attuale area archeologica, nel piazzale antistante le cisterne, nella parte nord-orientale del vestibulum, nella zona del praefurnium e in tutto il settore orientale interessato da uno scivolamento a valle; qui sarà particolarmente interessante indagare le relazioni esistenti in antico tra le strutture romane e le probabili preesistenze che nel Settecento dettero origine ad una fontana.

La fase propedeutica allo scavo vero e proprio vedrà nei primi giorni di dicembre la preparazione del terreno da indagare con il taglio dei cipressi che insistono proprio in quest’area nord-orientale, dove non sono mai state effettuate indagini stratigrafiche e dove si spera che gli alberi con le loro profonde ed estese radici non abbiano ulteriormente danneggiato le strutture residue del grande complesso monumentale.
Si interviene quindi nelle terme romane per indagarle al meglio, per restaurarle e renderle fruibili come spazio pubblico, con le suggestioni e le sollecitazioni intellettuali ed emozionali di un luogo urbano in cui vivere una quarta dimensione: il tempo.

Ufficio Comunicazione 

CHIETI | TERME ROMANE – PROSEGUONO LE ATTIVITA’ PROPEDEUTICHE AL PROGETTO

Ultimi articoli

Comunicati Stampa 8 Aprile 2021

TOLLO | NUOVI RITROVAMENTI ARCHEOLOGICI NEI PRESSI DELLA VILLA ROMANA DI CONTRADA SAN PIETRO

Negli ultimi giorni, a seguito di ulteriori saggi archeologici eseguiti nei pressi del già noto sito della villa romana di Contrada San Pietro di Tollo, sono stati rinvenuti porzioni di pavimento a mosaico con tessere in bianco e nero e di intonaco dipinto in colori vivaci.

Comunicati Stampa 1 Aprile 2021

CHIETI, TORNANO A SCAFA I FREGI DI ETÀ ROMANA.

Il 31 marzo, grazie alla collaborazione instaurata tra Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio delle province di Chieti e Pescara, Tribunale di Chieti, Comando dei Vigili del Fuoco e Comune di Scafa, si è svolto il trasporto di tre reperti archeologici di grandi dimensioni, riferibili ad elementi di decorazione architettonica in pietra con raffigurazioni di armi in rilievo, databili alla prima metà del I sec.

News 26 Marzo 2021

Comunicazione importante per accesso ARCHIVIO SABAP

Si comunica che ai fini del contenimento del contagio da Covid-19, gli accessi in archivio per la consultazione dei documenti sono contingentati.

torna all'inizio del contenuto