News

8 Luglio 2021

TOLLO (CH) | Archeo-enologia per lo sviluppo sostenibile del territorio.

Sabato 10 luglio verrà presentata la convenzione tra la Soprintendenza e l’Azienda Feudo Antico per la gestione del sito archeologico

Taglio del nastro per la nuova sede di Feudo Antico, progetto di archeo-enologia nel cuore dell’Abruzzo, in programma sabato 10 luglio alle 10.30 in Contrada San Pietro, nel Comune di Tollo (Chieti). 

Il complesso architettonico sorge nel sito archeologico della villa romana di epoca imperiale scoperta nel 2013, durante i lavori di preparazione del suolo per i primi reimpianti di Pecorino. L’iniziativa vede nascere inoltre una sede-museo per la valorizzazione e protezione di questi antichi reperti. 

L’inaugurazione sarà preceduta dalla presentazione della convenzione tra Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Chieti e Pescara e Feudo Antico S.r.l., durante il convegno dal titolo “Vinum bonum laetificat cor hominis”. L’archeo-enologia come occasione di sviluppo e valorizzazione del territorio. 

Parteciperanno Rosaria Mencarelli, Direttrice della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Chieti e Pescara, Emanuele Imprudente, Vicepresidente della Regione Abruzzo, Lorenzo Sospiri, Presidente del Consiglio Regionale, Angelo Radica, Sindaco di Tollo, e Vittorio Di Carlo, Presidente di Feudo Antico.

“È un grande giorno per Feudo Antico. Sotto l’alta sorveglianza della
Soprintendenza abbiamo portato alla luce e restaurato parte della villa romana rinvenuta nel 2013, rendendola così fruibile al pubblico – dichiara Vittorio Di Carlo, Presidente di Feudo Antico – Abbiamo voluto realizzare un complesso aziendale che dal punto di vista architettonico fosse il più leggero e rispettoso possibile dell’ambiente circostante, evitando posticce allusioni e anzi segnando nettamente la differenza tra l’opera dei nostri gloriosi progenitori e la realizzazione attuale. Grazie all’estro e alla sapienza dei progettisti che hanno sposato l’idea con appassionato impegno e alle maestranze che hanno messo in campo tutta la loro esperienza, oggi possiamo fruire di questa struttura di grande pregio, delicatamente adagiata tra il mare, la Maiella e il Gran Sasso”.

“Solo la collaborazione con le comunità locali e le forze produttive che operano sul territorio può trovarsi una  strada nuova che contemperi sviluppo sostenibile e tutela del patrimonio culturale – afferma la Soprintendente Rosaria Mencarelli – In questo caso, esempio virtuoso e lungimirante che vede  pubblico e privato insieme concentrati su un obbiettivo comune, potremo coniugare ricerca, tutela e valorizzazione, attualizzando il valore delle testimonianze storiche che caratterizzano il nostro territorio”.

La nuova sede dell’Azienda ospiterà uno showroom, un wine-shop e gli spazi destinati agli uffici, allo stoccaggio e all’invecchiamento delle bottiglie e all’affinamento in anfora. 

Feudo Antico nasce nel 2004 dando vita a un progetto sperimentale di archeo-enologia nel territorio di Tollo (Chieti). L’intento è rivitalizzare le coltivazioni autoctone e proteggere un ambiente fragile, rafforzando al contempo il senso di appartenenza della comunità. 

TOLLO (CH) | Archeo-enologia per lo sviluppo sostenibile del territorio.
torna all'inizio del contenuto